PRIMO PIANO

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sui Cookie e sulla Privacy

Informativa sui cookie

Cosa sono i cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni conservate nel tuo computer quando si visitano determinate pagine su Internet, quando si leggono determinate email o quando si utilizzano determinati servizi. Sono semplici righe di testo usate per diverse finalità: eseguire autenticazioni automatiche, memorizzare informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, tenere traccia di comportamenti a finalità statistiche. La gestione dei cookie è sotto il controllo diretto dell’utente: è possibile impedire la registrazione dei cookie, cancellarli o semplicemente selezionare quelli che si desidera conservare. Nella maggior parte dei browser i cookies sono abilitati di default; in questa informativa troverai le informazioni necessarie per modificare le impostazioni dei cookies sul tuo browser.

Vi forniamo queste informazioni in quanto parte integrante della nostra iniziativa finalizzata al rispetto della legislazione recente intervenuta in materia, e per assicurare la nostra onestà e trasparenza in merito alla tua privacy quando ti servi del nostro sito internet. Queste informazioni sono fornite dal sito internet claaicampania.it, gestito dalla Proxys consulting srl, conformemente al provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dell’8 maggio 2014, recante “Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie”.

 

Calendario Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Ordinanze “Plastic Free” - A Napoli Disposizioni per contrastare l'aumento dei rifiuti in plastica nel mare

 
In virtù della nuova "Strategia europea sulla plastica", adottata dalla Commissione europea il 16 gennaio 2018, che mira a ridurre la produzione di rifiuti di plastica e rifiuti marini, a rendere riciclabili tutti gli imballaggi di plastica, ad arrestare il consumo della plastica monouso non biodegradabile ed a contrastare lo sversamento di rifiuti in mare, la Commissione europea il 19 dicembre 2018 ha adottato una nuova direttiva che introduce nell'Unione Europea nuove misure per la riduzione dei rifiuti marini in plastica ed, in particolare, il divieto o la limitazione dei prodotti monouso non biodegradabili.
 
A seguito di tale normativa, recepita anche in Italia, i comuni della nostra provincia stanno emanando diverse ordinanze per proibire di utilizzare, fornire e commerciare contenitori, stoviglie, posate, cannucce e ogni altro manufatto monouso ad uso alimentare in plastica non biodegradabile e non compostabile.
 
Tale divieto è rivolto in prima applicazione agli esercizi commerciali, ai pubblici esercizi, ai laboratori di produzione artigianale di alimenti autorizzati alla vendita per asporto, agli operatori del commercio su aree pubbliche, sia in sede fissa sia in forma itinerante, incluse le attività di catering del settore alimentare e agli esercenti delle attività balneari, quali lidi e circoli nautici.
 
In caso di inosservanza, ai trasgressori sarà comminata una sanzione amministrativa pecuniaria da 25 € (venticinque/00) a 500 € (cinquecento/00), come stabilito dall’art. 7 bis del D. Lgs. 267/2000.
 
In particolare, il comune di Napoli ha già avviato un’applicazione sperimentale della misura, sul lungomare della Città di Napoli, dalla località La Pietra alla località Pietrarsa. In tali strade, l'utilizzo dei materiali non biodegradabili e non compostabili è consentito entro e non oltre il 30 aprile 2019.
 
Inoltre, il comune di Napoli, ha comunicato alle associazioni di categoria che dal 1° settembre sarà esteso su tutto il territorio cittadino il divieto di utilizzo di prodotti monouso non biodegradabili. Le imprese, pertanto, sono invitate a consumare i propri stock di prodotti monouso.
 
Si segnala, infine, che in altri comuni della nostra provincia i divieti e le sanzioni sono già in atto (a Casoria) o sono di prossima entra in vigore (nei comuni delle isole di Ischia e Capri).
 
La CLAAI, come sempre, è a disposizione per offrire ulteriori chiarimenti sulle ordinanze di divieto, sulle aree di Napoli in cui il divieto decorrerà dal 1° maggio e sui prodotti alternativi che potranno essere utilizzati dalle imprese.
 

Cerca